Lorem ipsum gravida nibh vel velit auctor aliquet. Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum. Sofisticur ali quenean.

INSTAGRAM

Blog

L'ayurveda e la solitudine: cosa fare?

Come possiamo affrontare la solitudine? L’ayurveda ci viene in aiuto.

L'ayurveda e la solitudine: cosa fare?

L’ayurveda e la solitudine: cosa fare?

Questo periodo penso che sia per tutti noi il piu’ nero sotto diversi punti di vista. Il distanziamento, la mancanza di liberta’ di movimento, il timore della malattia e tanto altro.

Non sto qui ad elencare quello che gia’ provate e sentite. La tecnologia in questa situazione puo’ aiutarci, ma non puo’ sostituire il contatto umano, la motivazione, il sentirci veramente liberi.

Pero’ NOI QUESTO MOMENTO DOBBIAMO SUPERARLO A TUTTI I COSTI!

L'ayurveda e la solitudine: cosa fare?

L’ayurveda e la solitudine: cosa fare?

Allora cerchiamo di farlo insieme! 

L’ayurveda e la solitudine: cosa fare? Vata.

Prima vi spiego un paio di “cosette ayurvediche”. La solitudine, la paura, il timore, il rimuginare sempre sugli stessi pensieri, l’insicurezza sono pensieri tipici del dosha Vata. In passato ve ne ho parlato spesso, perche’ si da il caso che l’ 80% della popolazione mondiale oscilli piu’ fra Vata e Pitta piuttosto che su Kapha. 

L’elemento che governa Vata e’ l’aria/etere, quindi, tende a farvi andare “per aria”. 

Questo elemento tende verso l’alto e noi dobbiamo cercare di abbassarlo.

Come possiamo fare da soli?

Vi posso suggerire alcuni accorgimenti ayurvedici, anche senza trattarvi (purtroppo). Se vi sentite molto giu’ e con forti up and down allora siete un po’ nel MOOD VATA.

Di seguito vi faccio un piccolo elenco di “salvataggio”:

  • mangiate sempre caldo (zuppe, verdure cotte, al forno…sempre piuttosto calde).
  • bevete tisane calde, la mattina acqua calda e limone.
  • andate a letto prima di mezzanotte (in caso contrario non sfrutterete piu’ il calore di pitta del vostro orologio biologico e farete piu’ fatica a prendere sonno).
  • evitate di mangiare piccante, amaro e astringente.
  • mangiate piu’ dolce, salato e acido
  • evitate cibi che produco piu’ aria come i broccoli, verze, cavolfiori, insalata, lattuga, piselli, frutta secca, mirtilli, legumi.
  • utilizzate oli ricchi come quello di sesamo, di oliva, mandorle.
  • questi stessi oli potete utilizzarli anche sul corpo, magari riscaldandoli a bagnomaria ed aggiungendo degli oli essenziali riscaldanti come la cannella, oppure fioriti come il ylang ylang. Massaggiatevi sempre dall’alto verso il basso, perche’ dovete abbassare l’aria!
  • mangiate sempre agli stessi orari e cercate di scandire la vostra giornata in modo efficiente.
  • datevi dei “compiti” da fare e non rimanete davanti al televisore o al telefono come degli automi.
  • risvegliate la vostra creativita’. I Vata sono dei grandissimi creativi, sanno portare il loro estro un po’ ovunque. Ripescate dal passato o inventate qualcosa di nuovo. VOI SIETE VERAMENTE DEGLI ARTISTI!
  • passeggiate all’aria aperta! Cercate un parco vicino a voi se potete, la natura vi e’ di grande conforto. Almeno per 20 minuti a giorno.
  • fate yoga, se volte con me
  • meditate, meglio in gruppo. Il 15 novembre sul mio profilo di IG ci sara’ un live con una meditazione guidata sulla Luna Nuova. 

L’ayurveda e la solitudine: cosa fare? Psicologicamente parlando.

L’ayurveda dice che siamo quello che mangiamo, ma vi parla anche di dosha mentali (SATTVA, RAJAS, TAMAS).

L'ayurveda e la solitudine: cosa fare?

L’ayurveda e la solitudine: cosa fare?

Ognuno di noi e’ la combinazione anche di questi tre guna, di questi tre ego (luce, movimento ed inerzia). Come i dosha esistono in noi e si combinano a seconda della stagione che viviamo, della nostra eta’ e delle situazioni in cui ci troviamo e di cosa abbiamo vissuto fino ad oggi.

Il mio consiglio ayurvedico e molto personale e’ quello di cercare la forza dentro di voi, come ho scritto su un post di IG, cercate nel vostro “frigorifero” e cucinate quello che avete. Ergo: cercate dentro di voi, cosa avete dentro da potervi dare? Cosa potete fare per voi stessi?

Io sono sicuro che in ognuno di voi c’e’ forza da vendere, perche’ ricordatevi che l’uomo e’ fatto per resistere! Voi siete degli esseri molto potenti, dovete solo crederci e superare la solitudine di questo momento.

Se vi annoiate poi o vi sentite soli…potete scrivermi quando volete!

Spero di avervi fatto passare qualche minuto, di avervi incuriosito e dato qualche spunto di riflessione! Intanto vi abbraccio! 

Anche se virtuale un abbraccio si acchiappa sempre al volo! 😜

Namaskar a tutti!

Pamela Golin 

Leave a Comment: