Lorem ipsum gravida nibh vel velit auctor aliquet. Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum. Sofisticur ali quenean.

INSTAGRAM

Blog

Frizzati dalla vostra "ombra" o colpa?

Il cambiamento vi ha sempre frizzato? Vi siete mai chiesti se e’ per la vostra “ombra” o colpa?

Tante volte ci siamo trovati in difficolta’ davanti ad un cambiamento o ad una semplice decisione. A me e’ capitato spesso…e per anni mi sono interrogata sul perche’ fosse cosi’ difficile fare quella scelta. 

Ci sono tante spiegazioni e, molto spesso esse ci riconducono ad un periodo lontano: al nostro bambino interiore. 

Facciamo un esempio pratico….prendiamo il nostro “bimbo” passato e lo riportiamo al supermercato con sua madre. Il bimbo, guardando gli scaffali dei biscotti, gira l’angolo e perde la mamma. 

Frizzati dalla vostra

Frizzati dalla vostra “ombra” o colpa

Il bimbo che poco prima stava “perlustrando” il mondo, ora si trova completamente solo e perso. Piange, si dispera e cerca la mamma.  

Il bimbo che ragiona per assoluti, cioe’ che non conosce altro che quella realta’ in cui sta vivendo, non puo’ comprendere che la situazione potra’ evolversi in altro modo. 

E’ compito del care giver (del genitore) impostare un sano rapporto di separazione vs attaccamento che porti il bimbo a poter esperire il mondo che lo circonda con la possibilita’ di poter tornare indietro dalla mamma. 

Frizzati dalla vostra “ombra” o colpa? Iniziamo dall’ombra. 

Quindi, una delle cose piu’ importanti della nostra vita e’ sicuramente un saldo e sano rapporto con i nostri caregivers che a loro volta gettano le basi della nostra esplorazione del mondo esterno. 

Ora pero’ vi introduco una cosetta che mi ha fatto riflettere ASSAI in questi ultimi anni. 

L’ombra rappresenta le nostre energie istintuali represse che vengono tenute bloccate dal nostro inconscio. 

Eh?!!!! 😱

Frizzati dall'

Frizzati dalla vostra “ombra” o dalla colpa

Vi spiego subitissimo….Maria reprime la sua sessualita’ e vede in ogni uomo un possibile manipolatore alla ricerca di favori sessuali. 

Qual e’ l’ombra qui? La sessualita’ di Maria.

Il fatto che Maria neghi questo piacere istintuale, fa si che lei lo veda in altre persone. 

E qui si torna al bambino….perche’ le energie istintuali che noi possediamo, appartengono proprio a lui. Quindi, piu’ ci reprimiamo e piu’ neghiamo a noi stessi innocenza e spontaneita’….e felicita’.

Di conseguenza l’ombra che non riconosciamo in noi la proiettiamo sugli altri. 

Ed e’ cosi’ che ci “polarizziamo” ed attiriamo a noi il “polo opposto”. 

Inevitabilmente ci avviciniamo a persone che incarnano la nostra “ombra rifiutata” e da loro difficilmente riusciamo a sfuggire. 

Esempi: se siamo persone che generalmente donano, attrarremo a noi persone che prendono e basta. Se siamo gentili e rispettosi, spesso incapperemo in persone sgarbate e maleducate. Se rifiutiamo la nostra rabbia, la vedremo e ci dara’ fastidio negli altri. 

Quindi, tutti i giudizi negativi sugli altri tentano solo di eliminare la risonanza con la nostra ombra. 

Se, invece, ci riuniamo alla nostra ombra e l’accettiamo avremo piu’ consapevolezza di noi stessi ed accettazione verso gli altri. 

Ergo consapevolezza, spontaneita’ ed energie istintuali potrebbero portarci piu’ velocemente verso il cambiamento.

Al contrario, negare l’ombra e reprimerla nega alla nostra personalita’ di svilupparsi ed andare avanti. 

Frizzati dalla vostra “ombra” o colpa? Il demone della…colpa.

La colpa che sentiamo mentre sonnecchiamo sul divano, mentre mangiamo un pezzo di torta, mentre ci concediamo un qualsiasi piacere…non ci fa gioire appieno e non ci permette di essere soddisfatti.

E vi dico di piu’…piu’ grande sentiamo la colpa e piu’ il nostro comportamento si fa impeccabile, fino ad arrivare alla negazione del piacere stesso. 

Ma il piacere trova sempre il modo di arrivare a voi…guardate qui. 😂

 

Quindi, la colpa e’ in grado di rapire l’ombra e rinchiuderla definitivamente nel suo mondo oscuro e inconscio.  

In conclusione, sommando ombra e colpa non percepiamo le nostre sensazioni, non riusciamo ad assaporare le sfumature di noi stessi e del mondo circostante. Viviamo in un mondo di negazione che non ci permette di evolvere come persone.

Vi lascio una frasetta di un “tipo sconosciuto”:

Mettere un essere umano di fronte alla propria ombra, significa mostrargli anche la propria luce…Chi percepisce contemporaneamente la propria ombra e la propria luce, si guarda da entrambi i lati e cosi’ giunge al centro”.

(C.G. Jung)

E tu cosa senti piu’ forte in te? L’ombra o il senso di colpa…….👽

Buone elucubrazioni 😂

Namaskar!

Pamela Golin 

Leave a Comment: